Come scrivere il resume

Scrivere un resume è difficile per chiunque: occorre sapere cosa mettere e cosa no, cosa rislatare o enfatizzare. Il personale delle risorse umane solitamente riceve decine o centinaia di resume per lo stesso postodi lavoro e quindi avrà solo 10-30 secondi da dedicare al tuo.

Resume - CurrículumUn’informazione esposta malamente o una struttura di resume debole possono costarti care. Al contrario, un buon resume può aiutarti molto nel lavoro e nel momento della sua ricerca, oltre alla buona impressione che potresti fare al colloquio stesso.

Il nostro sito ti offre un insieme di consigli utili e pratici per la redazione del resume.

Eccoli:

  1. Inizia determinando accuratamente il tuo obiettivo prima di partire a scrivere il resume. Occorre che tu abbia ben chiaro il tipo di lavoro che ti ispira e quali sono le capacità che puoi mettere sul tavolo. Una volta che avrai fissato questi punti, il cammino sarà già incominciato. Puoi già plasmare ilcontenuto del tuo resume per vedere in che modo raggiungere i tuoi obiettivi.
  2. È ora di iniziare propriamente a scrivere. Sappi che il resume è il tuo tool personale di marketing con il quale devi saper convincere l’incaricato di turno a prenderti in azienda. Non è comunque necessario includere tutto nel resume. Il trucco consiste nell’essere chiaro e conciso, cosicchè tu possa emanare quell’interesse necessario all’addetto risorse umane verso il tuo cv. Un esercizio molto utile consiste nel mettersi nei panni del lettore del resume. Se tu fossi l’incaricato per la selezione del personale su quali cose punteresti per la tua scelta? Una volta trovata la risposta scrivila nel resume.
  3. Utilizza frasi in evidenza. Nel corpo del resume, impiega frasi corte e d’impatto (anche con virgolette, punti, numeri…) al posto di lunghi paragrafi. I resume sono fatti per essere letti rapidamente, usa tante frasi ma corte. Le informazioni poste punto per punto posso saltare all’occhio meglio e più velocemente. Non preoccuparti per il dettaglio, ci sarà modo di approfondirlo durante il colloquio.
  4. Usa parole e verbi di azione. Parole come preparare, raggiungere, sviluppare, conseguire, presentare aiuteranno il tuo resume ad essere distinto e messo in risalto. Puoi anche decidere di evidenziare volutamente alcune parole,come se fossero le parole chiaver da utilizzare e ripetere durante tutto il resume, i vostri punti fissi.
  5. Usa segni e simboli. Sempre se puoi, inserisci segni come di denaro ($,€…), perentuale (%) o numeri (#) nel corpo del resume. Questi risaltano bene le informazioni di carattere pratico e sono facilmente visibili. Perchè essere specifico non significa essere noioso o prolisso.
  6. Risalta le tue abilità e i tuoi punti forti. Le abilità che devi mettere in risalto devono essere quelle che possono piacere al contempo al tuo futuro datore di lavoro. Come abbiam detto in antecedenza, il selezionatore del personale impiega dai 10 ai 30 secondi per leggere ogni cv e quindi cerca di mettere in evidenza tutto ciò che riesci ma nella maniera più rapida ed efficace possibile. Ordina le tue abilità nel modo in cui, secondo te, potrebbe colpire meglio l’attenzione di colui che legge.
  7. Diventa ciò che cercano. Analizza e osserva le offerte di lavoro in ogni momento. Per ogni posto normalmente si trova anche sempre una breve descrizione dell’impresa, così come del personale che stanno cercando.Usa queste parole chiave per evidenziare l’una o l’altra parola chiave da inserire astutamente nel tuo resume.
  8. Personalizza il tuo resume al posto di usare il solito formato standard. Ciò ti aiuterà a fare la differenza.
  9. Sii positivo. È fondamentale, tanto nel resume quanto nel momento del colloquio, mostrarsi molto positivi. Perciò ometti qualsiasi informazione negativa o irrilevante. Non includere quei lavori che sono finiti male o dai quali credi di non aver imparato niente di buono. Concentrati sui punti che possono esserti utili e tralascia il resto.
  10. Il design importa. Una corretta impaginazione è ciò di cui hai bisogno. Per questa ragione, nella struttura generale, è bene saper utilizzare al meglio spazi bianchi, linee, dettagli e altro. Non conviene esagerare con le informazioni personali. Dato che, come abbiam già ampiamente dimostrato, occorre colpire il lettore, è bene sapersi contenere e non abusare.
  11. Attenzione al formato. Non deve essere troppo piccolo (mai minore di 10 pti il font), non si deve usare un font troppo diverso da quelli standard, evitare quelli complessi e difficili da leggere (nel dubbio usate piuttosto i classici: sans serif, times new roman, helvetica…). Il resume dev’essere corto, di una o due pagine al massimo, anche se in verità una sola è meglio.
  12. Cerca consiglio se riesci. Normalmente è difficile vedere gli errori se non si adotta una certa distanza. Un amico, un parente o un famigliare possono aiutarti a migliorare il tuo sforzo. Possono esserti d’ausilio nella lettura, rilettura e correzione… solo delle persone esterne al tuo pensiero possono veramente trovare delle incongruenze, delle mancanze o delle ripetizioni nel tue resume. Approfittane.

Tag:, , , , , , , , , , , , , ,

MODÈLES DE CV

  • Modelli curriculum

    Curriculums Vitae Premium